facebook twitter pinterest instagram google +

blog

/ 17 lug 2014

Beautiful People

Decorazioni Gourmet: la creatività a tavola

Le opere di Cinzia Boggian

di Micaela Scapin

Per lei è un gioco. Eppure c’è qualcosa di magico nella capacità di Cinzia Boggian di trasformare oggetti legati al settore del food e wine, apparentemente inutili perché rotti oppure scheggiati, in divertenti centrotavola assemblandoli in maniera creativa a pasta cruda, caramelle dalle strane forme, oppure colorati chewingum. Si potrebbe dire quasi che è la stessa capacità che hanno i bambini di immaginare forme di animali e di oggetti ritagliandoli da una nuvola nel cielo.
 

È così che una semplice caramella colorata si trasforma in un palloncino intrappolato dentro ad un bicchiere. È sufficiente un dolciume lungo e stretto per creare un filo sospeso nell’aria al quale appendere, con un po’ di colla, un palloncino chiuso dentro ad un vaso di vetro. Strane forme di pasta cruda diventano pesci e creature straordinarie con qualche tocco di creatività e un po’ di fantasia. Cinzia Boggian ha la capacità di dare nuova vita agli oggetti, interpretandoli in maniera differente dal loro normale utilizzo per poi creare divertenti composizioni da sistemare al centro della tavola del ristorante due stelle Michelin La Peca di Lonigo (Vicenza).
 

Il desiderio di creare qualcosa in sala è nato circa quattro anni fa - spiega Cinzia - lavorando accanto a due mostri sacri della cucina italiana: Nicola Portinari in cucina, Pierluigi Portinari in sala ed alla pasticceria de La Peca. Lo faccio perché mi piace e per divertire i commensali. Anche se la prima volta che ho sistemato un centrotavola in sala erano tutti titubanti sull’effetto che avrebbe sortito. Poi quando abbiamo visto la reazione dei clienti ci siamo rilassati, perché erano divertiti e ridevano mentre toccavano incuriositi gli oggetti”.
 

Le idee nascono mentre gioca con i suoi figli, quando va a fare la spesa e vede forme insolite di pasta; oppure quando gira per mercati e mercatini e scova qualche oggetto che potrebbe esserle utile per le sue creazioni. La peculiarità delle sue opere è proprio l’utilizzo esclusivo di materiale ed elementi appartenenti al mondo del cibo e del vino: quindi alimenti veri e propri come pasta, caramelle cioccolatini ed accessori legati al mondo eno-gastronomico. Sono di facile reperibilità ed economici.   
 

Cinzia ha una spiccata fantasia e creatività, sviluppata anche grazie alla sua attività professionale di arredatrice d’interni lasciata dopo aver capito che il suo posto era accanto alla famiglia, ai figli e affianco al marito Pierluigi Portinari, come direttore di sala del ristorante di Lonigo. Una scelta fatta volontariamente, che l’ha resa una donna felice di crescere i suoi figli e di sorreggere il marito nelle scelte professionali. “La mia carriera precedente di arredatrice mi aiuta nell'abbinamento dei colori e delle proporzioni anche se l'input è arrivato da alcuni amici-clienti che mi spronarono nel raccogliere almeno fotograficamente i primi lavori. Tra questi non posso non citare Massimo Raccosta e Nicoletta Moro: furono proprio loro a chiedere al fotografo Gastone Pivatelli di fare alcuni scatti alle opere”. Poi, arrivò la pubblicazione del primo libro abbinando le composizioni a dei versi scritto-poetici chiesti per l'occasione a Marco Colognese, gastronomo. Nacque così “La Peca in centro alla tavola” presentata dal giornalista Antonio Di Lorenzo del Giornale di Vicenza proprio al ristorante di Lonigo nel settembre del 2011. Seguì l’incontro con Carlo Vischi e Barbara Carbone della casa editrice “Trenta Editore” e da lì a poco sarebbe uscito anche il secondo volume: “Decorazioni Gourmet”, libro che raccoglie le foto e descrive la composizione di cinquantadue centrotavola con l’ elenco d’ingredienti e il procedimento utilizzato per creare l’opera, con la prefazione del giornalista Claudio De Min. Il volume è diviso in sezioni: stagioni, feste, bambini e giochi. Come scrive lo stesso De Min, “il libro è un leggero soffio di piacevolezza e allegria, ogni pagina regala una sorpresa, strappa immancabilmente stupore e propone idee che ognuno può usare…”.
L’idea alla base di questo progetto - conclude Cinzia - è di far capire al lettore la facilità di assemblare tra loro elementi ed oggetti utilizzandoli in un modo del tutto differente dal loro naturale utilizzo, ricavando colorati e divertenti centrotavola”.

Categorie

  • Beautiful People (1 articoli)
  • Cool Places
  • Mondo Social